Paolo Vitali & Sonja Brambati
Larioclimb | Larioski | Bike | Qualido | Val di Mello | Masino-Bregaglia
Scialp | Alta Valtellina | Lecchese |Viaggi-Trips | Bibliografia |
@mail
 

CORNO DELLE PECORE 2512 m
 
Val didentro - da Isolaccia / da San Carlo
Le gite in Alta Valtellina (SO)
 
Photo Gallery
-Clicca per scaricare il gdb GARMIN della gitaApri con Google Earth
 
Q. partenza: 1345m
Dislivello
Sviluppo
Orientamento
Tempo
Map Datum WGS 84
N46 29.253 E10 17.504
Profilo
da Isolaccia
1200+200m
18 km
N
5h
N46 26.347 E10 14.718
Profilo
da San Carlo - B.dell'All
1025+100m
12 km
N
3h
N46 26.347 E10 14.718
Profilo

Note: Stessa cima, stessa esposizione, due gite completamente diverse!
Da Isolaccia un po' noiosa poichè segue per molti chilometri una stradina nel bosco, interessante la sciata dalle Baite Cardone'; ideale per le giornate di brutto tempo con poca visibilita'.
Da San Carlo, Baita dell'All, un bosco costantemente ripido ed abbastanza fitto, fattibile solo con molta neve, ma in quelle condizioni una gran sciata. Il bosco prende il nome di "Costa del Bosco del Conte".

Accesso stradale: Da Bormio verso Livigno fino a Valdidentro, parcheggiare nello spiazzo all'imbocco della stradina per la Val Lia-Malga Borron per il percorso da Isolaccia; altrimenti continuare fino a San Carlo, subito dopo Semogo, parcheggiare appena sopra la strada in spiazzi segnalati, proprio di fronte alla stradina che scende alla Baita dell'All.
Percorso
da Isolaccia: Seguire per molti chilometri la strada nel bosco, fino ad attraversare la Val Lia e la Val di Cardone'; in corrispondenza del solco della Val Lia e Cardone' si scende per due brevi tratti, dove al ritorno occore ripellare. Dalle baite di Cardone' salire in diagonale a destra attraversando il bosco, quando il bosco comincia a diradarsi salire in direzione sud-ovest per dossi dalla pendenza dolce fino alla cima.
da San Carlo: scendere a piedi la ripida stradina fino alla Baita dell'All, da questa continuare in piano sul lato sinistro idrografico del torrente Viola per circa 1 km fino al successivo ponte, che si attraversa.
Cominciare ora a salire nel ripido bosco in direzione sud fino al suo termine, dove ci si ricongiunge all'ultima parte della gita da Isolaccia.

Discesa: per l'intinerario di salita.
Cartografia: KOMPASS 072 Parco Nazionale dello Stelvio 1:.50.000 


Mappa ricavata da Openmtbmap.org 

24/01/2018 Corno delle Pecore 2512m, da San Carlo
Quest'inverno prodigo di belle sorprese ci ha regalato la discesa della "Costa del Bosco del Conte", un ripido e fitto bosco, in condizioni strepitose! E' una gita da fare solo con tanta neve, e questo era l'inverno giusto, non potevamo trovare di meglio.
06/01/2014 Corno delle Pecore 2512m, da Isolaccia
Una gita dal lungo sviluppo (ca 18 km) che ripetiamo in genere con brutto tempo e poca visibilita', oggi é andata a fagiolo per via della quantita' di neve!
Sulla strada e sui tetti delle baite ad occhio ne ha accumulata piu' di un metro e mezzo; da tempo non ricordavo una faticaccia simile per battere la salita, ma il panorama cosi' innevato al cospetto della Cima Piazzi é un vero spettacolo. Temevamo di doverci fermare al termine del bosco, invece non un assestamento, e i dolci pendii finali ci hanno permesso di andare fino in cima.
31/12/2009 Corno delle Pecore da Isolaccia
Sotto una copiosa nevicata la lunga strada che porta alle Baite di Cardone' diventa una buona soluzione, i pendii dalle baite alla cima erano carichi di un metro e mezzo di neve fresca e divertente.
Salita nei boschi sopra Arnoga
 
Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  2009-2018  Paolo Vitali - www.paolo-sonja.net