Paolo Vitali & Sonja Brambati
Larioclimb | Larioski | Bike | Qualido | Val di Mello | Masino-Bregaglia
Scialp | Alta Valtellina | Lecchese |Viaggi-Trips | Bibliografia |
@mail
 

CIMA DI SALINE 3072 m
DOSSO CAVALLARO 2999 m

da San Antonio o Niblogo - Valfurva
Le gite in Alta Valtellina (SO)
 
  Profilo Altimetrico  -  Photo Gallery Apri con Google Earth
Clicca per ingrandire
Panorama 360° dalla cima del Dosso Cavallaro

Q. partenza
1330/1600m
Dislivello
Sviluppo
Orientamento
Tempo
Map Datum WGS 84
N46 27.882 E10 25.921
Cima di Saline
1750/1470
17km
SW
5h
N46° 27.022' E10° 29.280'
Dosso Cavallaro
1660/1400
14/22km
SW
4,30h
N46° 27.312' E10° 28.957'

Note: La scialpinistica piu' conosciuta della zona e' forse il Monte Forcellino da S.Antonio Valfurva, molto meno frequentati i vicini Dosso Cavallaro e Cima di Saline, piu' lunghi e con la cresta finale solitamente piu' ventata.
Da entrambe le cime con neve sicura e' possibile scendere dal versante nord in Val Zebru', racchettando un poco all'uscita della valle. La salita da nord e' seguita molto raramente.
Accesso stradale: Da Bormio a San Nicolò, dove si devia a sinistra per Madonna dei Monti/Val Zebrù, parcheggiare allo spiazzo di Niblogo; oppore a S.Antonio parcheggiare nell'ampio spiazzo a lato del torrente Zebru'. Partendo da S.Antonio si aggiungono circa 300m di dislivello, ma se i prati finali sono ben coperti in genere e' una bella sciata.
Una salita alternativa parte dopo le gallerie per Santa Caterina, su una stradina a quota 1600 e segue poi il sentiero N.26 sopra la famosa frana del Ruinon.

Percorso da S.Antonio
Dalla fine del paese di S.Antonio salire per prati e radure del bosco fino a raccordarsi con la mulattiera alle baite di Cavallaro. Un centinaio di metri sopra le baite di Cavallaro andare verso destra a prendere la dorsale che conduce fino in cima. Oppure, a quota 2220m prendere a destra la stradina per le baite confinale, seguire lungamente con anche qualche sali e scendi, una volta giunti alle baite di Confinale salire a sinistra l'ampio e bel vallone, che diventa ripido alla fine, fino in cresta. Una volta in cresta brevemente a sinistra per il Dosso Cavallaro, per la Cima delle Saline invece a destra in cresta, qualche roccetta alla fine.
Percorso da Niblogo
Dal Ponte Tre Croci  dopo Niblogo proseguire in piano fino a Pradaccio, qui salire per la mulattiera che porta alle baite di Cavallaro (Calar), quindi come la precedente.

Percorso dalla stradina a quota 1600 dopo le gallerie per S.Caterina, sentiero N.26
Seguire la stradina passando le baite di Cossuccio, Cambraceir, Plata, Balessa, giunti a Pedrorin (2001 m) proseguire a sinistra fino alle baite di Campo Rotondo (2016 m). Appena sopra Campo Rotondo bisogna andare decisamente a sinistra, seguendo le rare tracce del sentiero N.26, non farsi invogliare a salire diritti per radure. Il sentiero 26 continua sempre verso sinistra fino a sbucare dal bosco a quota 2260, in vista delle baite di Confinale. Si sta a destra delle baite di Confinale fino a entrare nell'ampio Vallone come descritto nel percorso che sale dalle baite di Cavallaro, fino a salire in cresta, e quindi
brevemente a sinistra per il Dosso Cavallaro, per la Cima delle Saline invece a destra in cresta, qualche roccetta alla fine. 

Discesa: Dal Dosso Cavallaro per il versante nord verso la Val Zebru' solo con condizioni di neve sicura; oppure è possibile scendere diretti dalla cima in direzione NW verso le baite di Cavallaro, anche questo primo tratto richiede neve sicura. Dalla cresta tra Dosso Cavallaro e Cima delle Saline è molto bello sciare il vallone fino alle baite di Confinale. Qui non seguire il sentiero N.26 in discesa perchè troppo fitto, tornare invece sulla stradina fino in vista delle baite di Cavallaro, e di qui fino a S.Antonio. 
Cartografia: KOMPASS 072 Parco Nazionale dello Stelvio 1:.50.000 - KOMPASS 636 Ortles 1:25.000 


Mappa ricavata da Openmtbmap.org  


Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  2008-2021  Paolo Vitali - www.paolo-sonja.net